José Carreras wasn't born into a family of musicians. As luck would have it, his mother took him to the cinema one evening when “The Great Caruso” was shown. Little six-year-old José immediately felt overwhelmed with passion. He proved to be an infant prodigy when, once at home, he tried to perform the arias again, one by one. Two years later, at the age of eight years old, he made his debut on the Spanish radio with La donna è mobile. Since then, his career was a crescendo. Over José Carrera's life, music was entwined with love, during his relationship with his stage partner Katia Ricciarelli, with courage, when he faced and then miraculously recovered from illness, and finally with friendship, when his return to the stage was met with a warm welcome by Plácido Domingo and Luciano Pavarotti. They travelled with him around the world with the extremely successful trio of The Three Tenors. To live through the emotions that marked an era and attend the concerts inspired by The Three Tenors in Rome, click here.

 

José Carreras non nacque in una famiglia di musicisti. Fu per caso che la madre lo portò una sera al cinema dove proiettavano "Il Grande Caruso". Fu subito passione per il piccolo José di soli sei anni. Si rivelò un bambino prodigio quando, tornato a casa, riprovò a eseguire un'aria dopo l'altra. Due anni dopo, all'età di otto anni, il suo debutto ne La donna è mobile sulla radio spagnola. Da allora, una carriera in crescendo. Quella di José Carreras è una vita in cui la musica si è intrinsecamente legata all'amore, durante la sua relazione con la compagna di palcoscenico Katia Ricciarelli, al coraggio, quando ha affrontato e poi miracolosamente superato la malattia, infine all'amicizia, quando il suo ritorno sul palco è stato accolto calorosamente da Plácido Domingo e Luciano Pavarotti, che hanno viaggiato con lui per il mondo con il grande successo del trio de I Tre Tenori. Per rivivere le emozioni che hanno segnato un'epoca e ascoltare a Roma i concerti ispirati ai Tre Tenori, clicca qui.