Anche oggi entriamo nelle case degli artisti di Opera e Lirica, a Roma e a Sorrento.

Pensate che i nostri artisti ascoltino soltanto opera lirica? Vi sbagliate. Dal jazz a Fabrizio De Andrè, da Dvořák a Rocco Hunt, da Beethoven alla techno hard-core, scoprite quali sono le colonne sonore delle loro giornate durante la quarantena. Prendete appunti per riempire le vostre case di musica! 

Stefani Borzelli, Mezzosoprano. Nel team di Opera e Lirica dal 2019 

"Come inizio la giornata? Con Whitney Houston! Provate a svegliarvi e ad ascoltare I wanna dance with somebody, inizierete nel migliore dei modi. Quando ho bisogno di riflettere sul periodo che stiamo vivendo, la colonna sonora è Imagine (John Lennon)Mi rasserena e mi dà speranza. Ma l'opera è sempre nel mio cuore: per tirarmi su di morale Nessun Dorma interpretata dal grande Luciano Pavarotti. La sera? Il Quarto Movimento della Sinfonia n. 9 di Dvořák. Se non lo conoscete, provate ad ascoltarlo e fatemi sapere!" 

Carlo Napoletani, Tenore. Nel team di Opera e Lirica dal 2015 

"Jazz e Swing americano, detto fra noi sono anche la colonna sonora della mia ginnastica posturale. Quando ascolto l'Opera prediligo gli interpreti del passato, sono anche uno stimolo a cantare e tenere la voce in allenamento. Quali? Senza dubbio Aureliano Pertile, Enzo De Muro Lomanto, Mario del Monaco e Ettore Bastianini". 

Andrea Montella, Violinista. Nel team di Opera e Lirica dal 2015 

"Non ho dubbio su quale sia la mia colonna sonora: la Sinfonia n. 39 mi bemolle maggiore K 543 di Mozart. La ascolto sempre dopo una giornata di studio, in particolare il quarto movimento. A dire il vero, la sto preparando per le audizioni in orchestra. Il finale mette allegria, ascoltatelo se vi capita di essere un po' tristi. Come quasi tutta la musica di Mozart, è terapeutica. Se non riesco a dormire ascolto Beethoven, l'Adagio della Quinta Sinfonia o della Settima. Per fare sport a casa? Nu juorno buon di Rocco Hunt. E quando avete finito, La Ballata dell'amore cieco di De Andrè" 

Andrea Scorsolini, BaritonoNel team di Opera e Lirica dal 2016 

"Al mattino mi sveglio e inizio con il Preludio del Lohengrin di Wagner. La sera mi rilasso con qualsiasi composizione polifonica rinascimentale e tardo rinascimentale cantata dai Huelgas Ensemble. Rilassa e concilia il sonno, lo sapete? Ma vi farò una confidenza: mi piace la techno, hard-core hardstyle. E' un po' 'pesante' ma mi ricorda i tempi in cui andavo a ballare... bei ricordi insomma" 

Giorgio Gatti, Baritono. Nel team di Opera e Lirica dal 2015 

"In queste giornate la musica, che era già parte fondamentale della mia vita, è diventata essenziale. 'Esco' spesso, intendo dalla camera alla cucina, e tra un 'autobus' e l'altro, ascolto arie di Puccini, Mozart, Verdi. Ah il nostro Verdi! Con la casa di Violetta dove spero di tornare presto assieme ai miei colleghi di salotto! A proposito di salotto: sono arrivato. Scendo dall'autobus e vi abbraccio"