ENGLISH (Scorri in basso per l'italiano)

 

The soprano Vanessa Fioretti tells us about her new collaboration with Opera e Lirica to present The Great Italian Opera with Ballet to the international audience.

The new collaboration with Opera e Lirica features you as the protagonist of the most beautiful Italian opera arias. What makes this show so special?

This show is rich in wonderful sounds, lights and costumes. It is a timeless journey for both the audience and the artists. It is a comprehensive show in which opera singing combines with the notes of the orchestra, and music combines with dance. All this makes it really special. 

A selection of the most significant moments of famous operas means continuous suspense for the audience. While you are on stage, what are the moments that make you feel the highest intensity of emotion?

I feel deep emotions when I see the audience engaged. When I see their careful and happy gaze, I tune in to them, and I start a journey through life, tragedy, love, sorrow, and happiness with them. 

How was the show greeted by the audience during the first dates of the season?

With great enthusiasm. The warm applause and smiles received by the audience confirmed the success of each soirée.

Why would you recommend this show to newcomers as a first approach to opera?

It is a timeless moment, a chest of wonderful arias that make the audience feel deep emotions. It is able to enchant even those who are not familiar with opera. 

What feelings are conveyed by the acoustics and the environment of the XVII-century Caravita Church?

This place is special. It is so beautiful that it seems like it is embracing its guests. Its history and acoustics never fail to amaze those who come here.

 

ITALIANO

 

Vanessa Fioretti, soprano, ci racconta della nuova collaborazione con Opera e Lirica per presentare al pubblico La Grande Opera Italiana con Balletto.

La collaborazione con Opera e Lirica ti vede protagonista delle più belle arie d'opera italiane. Cosa rende questo spettacolo veramente speciale?

Questo spettacolo è pieno di sonorità meravigliose, luci e costumi. Per gli spettatori, così come per noi artisti, è un viaggio senza tempo. Uno spettacolo completo, dove il canto si unisce alle note dell'orchestra e la musica si unisce alla danza. È questo che lo rende veramente speciale. 

La selezione dei momenti clou delle opere più famose significa che per gli spettatori sarà una continua suspense. Per te, dal palco, quali sono gli istanti in cui ti emozioni di più?

Mi emoziono quando sento gli spettatori coinvolti. Quando riesco a vedere i loro sguardi attenti e felici entriamo in sintonia, perché l'opera racconta la vita, la tragedia, l'amore, il dolore, la felicità. Questo è il viaggio che si intraprende assieme al pubblico. 

E qual è stato il riscontro del pubblico in queste prime serate in cui lo spettacolo è andato in scena?

Entusiasmante. Il calore degli applausi e i sorrisi del pubblico sono stati la conferma del successo di queste serate.

Perché consiglieresti ai neofiti di avvicinarsi al genere operistico attraverso questo spettacolo?

È un momento senza tempo, uno scrigno di arie meravigliose che accende gli entusiasmi, avvicinando anche coloro che sono lontani dal mondo della Lirica. 

Quali sensazioni riescono a trasmettere l'acustica e l'ambiente dell'Oratorio del Caravita, risalente al Seicento?

Questo luogo è speciale, talmente bello che sembra abbracciare chiunque vi entri. La sua storia e la sua acustica non mancano di emozionare chi è presente.